Diverse idee riguardo la traduzione “automatica”…

Pierfrancesco Aiello: La traduzione automatica è un problema non da poco (e ciò fa capire quanto siano complesse alcune questioni piuttosto che altre) ma non si può escludere la replicazione delle capacità necessarie (di certo ci vorranno parecchi decenni e parecchi linguisti di supporto). Cosa che l’articolista ovviamente non sa e nè ci pensa, piuttosto è meglio usare frasi del secolo scorso.

Ettore Mazzocca: il problema principale è che la lingua è in continuo mutamento, inoltre alcune “questioni” sono difficili da adattare anche per il cervello umano (non sai quante ore ho perso per rendere al meglio alcune frasi/concetti che proprio in italiano, sia per la cultura sia per un modo diverso di usare la lingua, erano quasi irriproducibili)… pretendono che ci riesca una macchina?

Pierfrancesco Aiello: Cos’è il tuo cervello? Sai dire chiaramente che non è una macchina? Comunque è ovvio che sia un compito difficile eh, per questo se ci riusciranno (ci vuole anche il giusto programma) i metteranno comunque tanto.

Ettore Mazzocca: che il cervello sia una macchina non c’è dubbio, ma che venga AUTO-alimentato (al contrario della macchina classica) è altrettanto vero. non credo ci riescano mai…

Pierfrancesco Aiello: AUTO alimentato? Che vuoi dire!?

Ettore Mazzocca: che il cervello reagisce a stimoli, esperienze, ecc. ecc., alla macchina se non le precarichi… ti dice sempre la stessa cosa

Pierfrancesco Aiello: naa http://en.wikipedia.org/wiki/Machine_learning

Ettore Mazzocca: ma non c’entra nulla l’automatizzazione con la “bellezza” della lingua, anche uno che non conosce la lingua può mettere insieme parole in maniera letterale usando un dizionario… ma chi ricrea una poesia? chi rende il verso per ciò che è? chi è capace di adattare tutto ciò da una lingua all’altra? SOLAMENTE l’uomo.

Pierfrancesco Aiello: Potrebbe essere come dici tu, ma non E’ come dici tu. Salvo tu non fornisca una dimostrazione di impossibilità di realizzarsi (ora e per sempre) quel che dici. E’ una visione assolutista della cosa senza dimostrazioni precise (diciamo che è ad occhio …Altro

Ettore Mazzocca: non sono assolutamente d’accordo, dici una cosa invece dimostrabilissima, la mente umana può facilmente giocare con similitudini create anche a doc in certi contesti, la macchina deve averceli inseriti prima!!! Comunque la prossima volta mi piacerebbe che rispondessi direttamente sul mio blog

Pierfrancesco Aiello: “dici una cosa invece dimostrabilissima, la mente umana può facilmente giocare con similitudini create anche a doc in certi contesti, la macchina deve averceli inseriti prima!” Non è una dimostrazione questa, almeno non per come l’intendo io. Comunque ok siamo di idee diverse, non serve andare oltre. Per il blog, non avevo visto che era tuo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...