I 6 errori più comuni degli italiani in inglese

INGLESI

Gli italiani sono perfezionisti. Noi lo sappiamo bene: tra gli utenti della piattaforma i nostri connazionali sono quelli più intimoriti dall’interazione con un madrelingua inglese.

Ma tutta questa ansia è davvero giustificata? Tre settimane fa abbiamo creato un test di inglese per misurare il vero livello degli italiani: ci hanno risposto in più di 5,000. Il punteggio più alto che si può ottenere è 110: più della metà dei partecipanti ha ottenuto meno di 60, mentre solo 1 su 20 è riuscito a sfiorare la perfezione, prendendo 100 o 110.

Ecco quindi la distribuzione dei risultati nel dettaglio:

2014-11-10-Senzanumeri1024x722.png

Mettendo insieme i risultati del test con le segnalazioni dei nostri tutor, abbiamo stilato la lista dei 6 errori più comuni degli italiani in inglese.

6. “Scholar” non è uno scolaro
scolaro
Sembra ancora di sentirla, la maestra Rosa, quando alle elementari ci metteva in guardia dai false friends. Vi ricordate? Si riferiva proprio a questo… Nell’uso correntescholar è uno studioso, un ricercatore universitario. Oltre il 65% di chi ha fatto il test ha fatto bruciare le tappe a questo giovane scolaro, immaginandolo già tra i corridoi di Cambridge.

5. “It doesn’t mean nothing”
La tentazione di tradurre letteralmente le espressioni italiane può farvi fare brutte figure. In inglese la doppia negazione non è prevista: la frase da usare è “it doesn’t mean anything”.

4. “To firm” non vuol dire firmare
firmare
Seconda rivincita della maestra Rosa, lei lo aveva detto di starci attenti. Il verbo che traduce “firmare” è “to sign”.

3. Se siete vegetariani evitate i pepperoni
diavola
È incredibile ma vero. La prima volta che andrete a New York e avrete voglia di una pizza vegetariana, non ordinate la pepperoni. Altrimenti vi sarà servita una (brutta) copia della diavola. Questo è infatti il nome di un tipo di salame molto amato oltreoceano. Speriamo non lo scoprano i napoletani…

2.  Non dite che state facendo uno “stage” (con accento inglese)
concerto
A meno che per vivere non costruiate palchi. Per indicare l’esperienza lavorativa da fare durante o subito dopo gli studi la parola corretta è “internship”.

1. Evitate di definite una persona “funny”
Potrebbe prenderla male. Il significato esatto di questo aggettivo è buffo, bizzarro. Se volete dire che una persona o situazione sono divertenti usate “fun”!

Huffington Post.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...